Gatto a idrogeno per piste da sci

Rivoluzione green sulle piste di sci? Non esattamente o non ancora anche se in questi termini è stato presentato il nuovo gatto battipista a idrogeno. Potente come un diesel ma a emissioni zero. Lo ha realizzato la Prinoth, società del gruppo Hti con sede a Vipiteno. Si tratta però di un prototipo ancora da perfezionare. L’autonomia al momento è infatti di 4/5 ore: insufficiente perché il gatto porti a compimento il suo lavoro quotidiano.

Leggi tutto

Salvate la Weissmatten! Accolta la petizione

Un barlume di speranza per la sopravvivenza della famosa “nera” di Gressoney in Valle d’Aosta dedicata al compianto campione Leonardo David sembra accendersi. Sono infatti annunciate le audizioni nella quarta commissione “Sviluppo economico” del Consiglio Valle riguardanti la petizione popolare per il mantenimento e l’incremento nel tempo dell’offerta turistica costituita da tale impianto sciistico. L’iniziativa, depositata il 30 giugno e sottoscritta da 5.554 cittadini, è stata dichiarata ricevibile dall’Ufficio di Presidenza nella sua riunione del 29 ottobre.

Leggi tutto

L’equilibrio perduto di Cortina

A Cortina d’Ampezzo si riaprono vecchi e mai chiariti interrogativi sull’equilibrio perduto dalle Dolomiti a causa delle devastazioni subite per costruire le piste di sci. Uno studioso, il professor Piero Villaggio, osservò a suo tempo che la costruzione di nuove piste da sci altera la permeabiltà del terreno e la consistenza statica degli strati sottostanti. Con quali conseguenze e breve e lungo termine?

Leggi tutto