Lagorai in fiamme, SAT sulla graticola

Contro la Sat, “colpevole” di sostenere il piano della Provincia per la sentieristica sul Lagorai, si registra un accanimento senza precedenti nella storia del glorioso sodalizio guidato per la prima volta da una donna. Ora scendono in campo, dichiarando la loro contrarietà al progetto, anche i due ex presidenti Pier Giorgio Motter ed Elio Caola…

Leggi tutto

Pro o contro la Translagorai? Interviene il ministro

Il piano è stato approvato in agosto dall’uscente Giunta provinciale del Trentino in accordo con la Magnifica Comunità di Fiemme, con vari Comuni di Fiemme e Valsugana e con l’appoggio della Sat e del Parco naturale di Paneveggio. Ora lo scontro tra favorevoli e contrari è entrato nel vivo con la creazione del gruppo “Giù le mani dal Lagorai”…

Leggi tutto

Parchi? Usati soltanto per fare marketing

“E’ evidente come alla Provincia di Trento i parchi interessino solo come cartolina, sono enti che servono a illudere un certo turismo attento solo all’immagine e privo di sostanza, specialmente culturale”. E’ questa l’opinione di Luigi Casanova che qui esprime una serie di gravi riserve…

Leggi tutto

Montagna da bere? No grazie

Le Dolomiti ridotte a discoteca e a luna park sono state al centro del dibattito in consiglio provinciale a Trento dove per fortuna si è registrato un cauto affermarsi del buonsenso: è stata infatti approvata la mozione “Verso una montagna da bere?” del 29 marzo 2018 pubblicata da mountcity.it nella sua integrità…

Leggi tutto

Ghiacciai come stadi, il rap dilaga

Nei giorni pasquali erano in calendario in Trentino ben due manifestazioni musicali in quota: sul ghiacciaio del Presena (Rap on the top con Jake La Furia) e sul monte Spinale (Bob Sinclair), in pieno Parco Adamello Brenta. Non si sta esagerando nel portare la città in montagna? Se lo chiede Donata Borgonovo Re del Gruppo consiliare provinciale del Partito Democratico del Trentino impegnata con un gruppo di persone a un progetto che indaga il difficile rapporto tra città e valli…

Leggi tutto

Innevamento artificiale e paesaggio. Il caso Montagnoli

“Il caso Montagnoli (Madonna di Campiglio): l’indagine visuale” è il tema dell’incontro pubblico che si tiene con Greta Maria Rigon lunedì 13 marzo alle ore 17.30 presso la sede del Laboratorio SAT a Trento, via Manci 57. Si tratta di un’occasione per presentare la sua tesi di laurea che valuta le trasformazioni del paesaggio prendendo spunto da un’analisi sociale basata sulla percezione visiva e su soggetti che vivono sul territorio e ospiti…

Leggi tutto

Casanova, il custode del bosco

Sangue bellunese sia da parte di mamma che di papà, Luigi Casanova, classe 1955, è un trentino che vive e respira ogni giorno nei boschi trentini. A Moena, come custode forestale del Comune, sorveglia il taglio del bosco e guarda al mondo cercando quell’equilibrio che la natura offre…

Leggi tutto

Cannoni a 3 mila metri, ennesima aggressione alle alte quote

Via libera in val di Pejo all’impianto d’innevamento artificiale più alto del Trentino. Ne dà notizia il quotidiano Trentino Corriere delle Alpi e non sembra una buona notizia. “Si tratta evidentemente di un’ennesima aggressione alle alte quote, nel tentativo disperato di riproporre ottusamente un tipo di sviluppo turistico invernale che il riscaldamento del pianeta ha già condannato irreversibilmente”, è il commento di Carlo Alberto Pinelli…

Leggi tutto

Cristicchi “tra le rocce e il cielo” con il coro alpino

La serata conclusiva dell’edizione 2016 del festival Tra le rocce e il cielo si svolgerà il 21 agosto nel suggestivo anfiteatro della Campana dei Caduti a Rovereto. Simone Cristicchi, cantante e attore rivelatosi alla 57° edizione del Festival di Sanremo con “Ti regalerò una rosa”, sarà al centro di una rappresentazione da lui appositamente ideata per la rassegna, dal titolo “Ci resta un nome”…

Leggi tutto

La Grande guerra rivissuta “tra le rocce il cielo” della Vallarsa

In un territorio come la Vallarsa, nel Trentino, che durante i combattimenti della prima guerra mondiale si ritrovò a essere teatro della Grande Guerra in quanto terra di confine tra l’Impero austroungarico e il Regno di Italia, ancora oggi chi vive in valle si sente coinvolto nelle vicende dei soldati in servizio in quella zona e dei civili che videro la quotidianità sconvolta dalla guerra…

Leggi tutto