“Cento nuovi mattini”, ritorna un libro “cult”

Nella foto in alto un particolare della copertina (che appare qui sopra). Pubblicato da “Il Guyale” a 35 anni dalla prima edizione, il libro-cult di Alessandro Gogna, 232 pagine, è in vendita a 30 euro. Con l’eccezione di poche librerie specializzate, è acquistabile online (http://www.alessandrogogna.com/wp/categoria-prodotto/letteratura/), oppure facendone richiesta a: Il Guyale s.a.s., via Morimondo, 26 – 20143 Milano, tel. 02-4390834, info@alessandrogogna.com

Scalate brevi e soprattutto libere, itinerari su roccia in Piemonte, Val d’Aosta, Lombardia, Liguria, Emilia, Toscana, Lazio e Sardegna: è un repertorio che val la pena di conoscere quello passato in rassegna da Alessandro Gogna nell’ormai classico “Cento nuovi mattini”, un libro uscito all’inizio degli anni Ottanta. Fu una stagione di grandi cambiamenti nella scalata non solo dal punto di vista tecnico. Un periodo di cui il volume, di grande formato, vuole essere una fedele testimonianza. Ora grazie all’illustre alpinista, editore e scrittore genovese, il libro uscito nel 1981 torna a circolare per la curiosità e la gioia di tanti appassionati.

“Da almeno trent’anni”, spiega Gogna, “da molte parti arrivava il suggerimento di riprendere in mano l’ormai esauritissimo ‘Cento nuovi mattini’. Questa pubblicazione si era guadagnata i galloni di ‘libro cult’ e chi ne era proprietario di una copia si riteneva fortunato. D’altra parte, i grandi cambiamenti intervenuti nel mondo dell’arrampicata, ma soprattutto sul terreno roccioso o limitrofo, ne sconsigliavano la riedizione aggiornata, dovendo per questa non solo aggiornare in modo esageratamente significativo i contenuti, ma essendo necessario un cambio di filosofia generale tale da stravolgerne il significato originario”.

La T Shirt “Il 101° Nuovo Mattino”, creata per l’occasione da Giuseppe ”Popi” Miotti, è in vendita con il libro di Gogna al prezzo speciale di 40 euro. Per chi desidera solo la t-shirt il prezzo è di 15 euro, spese postali escluse.

Si è dunque optato per una ristampa, in modo da accontentare i molti che la reclamavano a gran voce. “Abbiamo corretto qualche piccolo errore della prima edizione”, dice Gogna, “ma sostanzialmente, al di là di qualche quasi insignificante cambio d’immagini, i contenuti sono rimasti inalterati al 99,99%”. A chi è rivolta questa ristampa? “Questa scelta”, conclude Gogna, “ ha necessariamente comportato l’attuale inutilità pratica di questo libro: anzi colgo qui l’occasione di avvertire l’acquirente di non considerare mai del tutto corrette le indicazioni relative agli accessi, le relazioni, le considerazioni: tutte ferme e cristallizzate al 1981. Lo prego cioè di non considerare questo libro come una guida: allo stesso modo si può leggere il libro di Horace-Bénédict de Saussure ‘Voyages dans les Alpes’ senza necessariamente considerare valide le informazioni per l’attuale salita al Monte Bianco”.

Commenta la notizia.