Croce sul Baldo? Meglio metterci una croce sopra

Alta 18 metri, è considerata la più alta Croce del mondo quella realizzata in resina bronzata dallo scultore romano Andrea Trisciuzzi. Era stata commissionata da papa Woytila per rendere omaggio alla città di Roma, ma alla fine non se ne fece nulla. Alla scomparsa del pontefice venne abbandonata in un magazzino ovviamente divisa in diversi pezzi. Poi si fece avanti Cortina d’Ampezzo offrendo la disponibilità ad accogliere la croce nel frattempo dedicata al beato Woytila. Tuttavia per motivi tecnici e amministrativi, così si disse, anche in questo caso il manufatto venne accantonato. 

Alta 18 metri, la croce è dedicata al beato Woytila.

A questo punto a Malcesine, ridente località sul Garda, qualcuno ha pensato di acquisire la croce e piazzarla sul territorio del sovrastante monte Baldo in posizione felicemente panoramica. Il consiglio non ha posto ostacoli e ha deciso a maggioranza per il si. Niente di meglio per attirare migliaia di pellegrini con conseguenti benefiche ricadute sui fatturati del turismo. 

Tutto a posto allora? Non esattamente. L’iter autorizzativo per installare la croce si è fermato, almeno per ora, a Venezia. La Regione ha deciso di sospendere il procedimento in merito all’istanza del Comune di Malcesine di autorizzazione al mutamento di destinazione di un terreno di uso civico su parte del quale si dovrebbe posizionare la croce. Tra i punti controversi, preoccupa in particolare l’impatto antropico che verrebbe a crearsi, tenuto conto della vicinanza della croce alla stazione della funivia che sale da Marcesine. 

Decisamente contraria al progetto si è detta invece la Conferenza Stabile delle Sezioni Veronesi del Cai che in un documento del 10 dicembre invita sindaco e consiglieri di Marcesine a ritornare su questa loro decisione “mettendoci una croce sopra”.

“La montagna è di per sé un luogo di pace e di riflessione”, si legge nel documento, “e non ha quindi bisogno di nuove installazioni e di manifestazioni estemporanee e altamente invasive, probabilmente frutto più di ambizioni personali che di autentica fede”. 

Le Sezioni veronesi del Club Alpino Italiano ribadiscono perciò un “netto dissenso da questa e da ogni altra iniziativa che porti ad alterare così vistosamente l’ambiente del Monte Baldo”. Difficile dar loro torto e c’è il fondato sospetto che anche Francesco la pensi così. (Ser)

One thought on “Croce sul Baldo? Meglio metterci una croce sopra

  • 07/03/2021 at 09:37
    Permalink

    Va segnalato che dal Gruppo Vivere Malcesine / Gruppo Malcesine 2.0 è stata lanciata una petizione su change.org contraria all’installazione della croce sul Monte Baldo. La petizione è diretta al Sindaco di Malcesine Giuseppe Lombardi e ad altre istituzioni preposte alla tutela e salvaguardia dell’ambiente.

    Reply

Commenta la notizia.