Festival del lupo, nuova versione digitale

Dal 22 al 27 marzo torna il festival di #iononhopauradellupo 2021 

In una nuova versione digitale e rigorosamente gratuita dal 22 al 27 marzo torna il festival di #iononhopauradellupo 2021. Ogni sera, dalle 18.30, un “talk” in diretta streaming riguarda temi legati al mondo della fauna e della natura: se ne parla assieme a esperti e protagonisti che offriranno il loro punto di vista per provare a comprendere quelle che sono le problematiche legate all’ambiente, alla sua tutela, con uno sguardo verso il futuro della conservazione e della convivenza con i grandi carnivori, ma non solo.

Lunedì 22 marzo ad aprire il festival sarà il team dell’associazione “Io non ho paura del lupo” che racconterà le azioni portate avanti dai suoi volontari e presenterà il programma dei giorni seguenti. Martedì 23 si parlerà di attivismo e della sua importanza per la tutela dell’ambiente assieme alle associazioni “Salviamo l’Orso”, “Rewilding Apennines” e agli attivisti di “The Outdoor Manifesto”, ma scopriremo anche come la aziende possono supportare la tutela ambientale assieme a al noto brand statunitense “Patagonia”. Mercoledì 24 marzo verrà trattato il nostro rapporto con la fauna selvatica e come esso sia profondamente mutato nel tempo, insieme con Marco Colombo, naturalista, fotografo e divulgatore scientifico ed Elisabetta Tosoni, biologa ed esperta in progetti di conservazione. Giovedì 25 si parlerà di comunicazione sui grandi carnivori e delle problematiche che possono nascere nella sua gestione, assieme ad Anna Sustersic di Coexistence.life, un progetto internazionale dedicato all’uso della comunicazione per la promozione della coesistenza fra uomo a fauna selvatica e a Laura Scillitani, Communication Manager per il Progetto Life WolfAlps EU presso il Museo delle Scienze di Trento.

Venerdì 26 marzo sarà affrontato il tema della coesistenza tra lupo e zootecnia assieme ad Elena Gabbi e Barbara Crea impegnate in prima linea nell’allevamento e nella convivenza con il lupo e conosceremo il lavoro di rete tra allevatori portato avanti dall’associazione “DifesAttiva” con il suo presidente Francesca Barzagli.

Sabato 27, a conclusione del festival, sarà ospitato Francesca Marucco dell’Università degli studi di Torino, tra le massime esperte di lupo in Europa, e Piero Genovesi, Responsabile del Servizio per il coordinamento della fauna selvatica presso ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, per scoprire insieme a loro come potrebbe essere il futuro del lupo nel nostro paese.

Da lunedì a venerdì, alla fine dei talk, viene trasmesso un docufilm dove ritrovare le tematiche trattate, tra i quali spiccano “Keep Jumbo Wild” che racconta la vera storia della battaglia per decidere il futuro dell’iconica Jumbo Valley, una valle incontaminata immersa nei monti Purcell, nel cuore della British Columbia, nonché una delle rare aree dove i grizzly possono vivere liberamente, “Blue Heart, The Fight for Europe’s Last Wild Rivers” e “Vjosa Forever” due documentari che raccontano la lotta per salvare gli ultimi fiumi incontaminati d’Europa tra Slovenia e Albania, dove oltre 3.000 potenziali progetti idroelettrici minacciano di distruggere la cultura e l’ambiente di questa regione dimenticata. In apertura viene trasmesso il film italiano “Storie di Uomini e Lupi” dove la presenza di questo predatore viene qui raccontata da voci provenienti da diversi ambiti: pastori, fotografi, guardiaparco, naturalisti, ognuna delle quali contribuisce a tratteggiare un ritratto di un animale affascinante e misterioso.

Tutti i talk e le proiezioni dei film saranno gratuite e aperte a tutti, trasmesse in diretta streaming su www.iononhopauradellupo.it e sulla pagina Facebook @iononhopauradellupo.

Contatti:

Francesco Romito

Vice Presidente e Responsabile Comunicazione Io non ho paura del lupo

francesco@iononhopauradellupo.it

Commenta la notizia.