Il premio a Geraci Siculo, comune di montagna

Nel dare notizia che Tropea, la “perla del Tirreno”, ha vinto l’ottava edizione del concorso televisivo di Rai 3 “Borgo dei Borghi 2021” è scappato di scrivere in questo sito che i borghi che legano la loro fama alle aree montane non hanno brillato in tema di preferenze. Errore gravissimo fu. Cortesemente un lettore fa notare che, per chi abita in Sicilia, Geraci Siculo, classificatosi al terzo posto, è un comune di montagna. Geraci si trova infatti a 1077 metri sul mare e fa parte del Parco delle Madonie, un’area protetta che include diverse cime tra i 1800 e 1900 metri. In Italia la montagna, ammonisce il lettore, comprende diversi tipi di territori, non soltanto le Alpi al nord.

Verissimo, l’Italia è una lunga serie di alture in mezzo al mare, una specie di portaerei come la si definì ai tempi del fascismo. Gli italiani però si considerano un popolo di mare e le montagne quasi sempre le dimenticano. Anzi, se potessero le abolirebbero. Alcuni si rendono conto che la Penisola è un paese montuoso, ma tutto è fuorché montano. Più legati alle montagna sembrerebbero i padani che vivono a due passi dalla catena alpina e, muniti di binocolo, nelle giornate di bel tempo possono godersi la vista delle Dolomiti o di colossi come il Monte Bianco, il Monviso, il Gran Paradiso. 

Il concorso presentato dalla brava Camila Radzovic ha avuto il merito di farci conoscere un borgo montano dalle antiche origini con un impianto urbanistico risalente al Medioevo. Un paese, come si legge in Wikipedia, dedito all’agricoltura e alla pastorizia la cui principale attività economica risulta lo stabilimento per la raccolta e l’imbottigliamento dell’acqua minerale proveniente dalle fonti delle montagne geracesi. 

Del Parco delle Madonie fa parte anche l’indubbiamente più nota Petralia Sottana che a sua volta venne proclamata “borgo dei borghi” nel 2018. Peccato che di quelle amene vallate non ci sia traccia nella Grande Enciclopedia Illustrata in otto volumi “Montagna” della Utet alle cui pagine collaborarono grandi firme come Reinhold Messner, Domenico Rudatis, Alessandro Gogna, Gian Piero Motti. Anche questa lacuna può servire a dimostrare come al nord e non solo al nord Geraci Siculo non venga percepito come un comune montano. Oggi la montagna ci appare in genere come un’appendice della città con i suoi confortevoli impianti di risalita, i rifugi dove si arriva in jeep o con le motoslitte, le onnipedalanti e-bike, l’elicottero per i fuoripista. E meno male che Geraci Siculo di queste moderne comodità “cittadine” può benissimo fare a meno senza perdere un solo grammo del suo fascino montanaro. (Ser)

Il Parco delle Madonie di cui fa parte Geraci Siculo a 1077 metri di quota. Di queste vallate molto frequentate dai turisti non c’è traccia nella Grande Enciclopedia Illustrata “Montagna” della Utet.

One thought on “Il premio a Geraci Siculo, comune di montagna

  • 07/04/2021 at 07:26
    Permalink

    Ottima informazione caro Roberto

    Reply

Commenta la notizia.