Campo dei Fiori. Vandalismi a pedalata assistita

Non c’è pace nel parco naturale di Campo dei Fori. Sconvolto in autunno da una tempesta, si sta faticosamente riprendendo, complice la primavera. Peccato però che i biker, compresi quelli a pedalata assistita, spadroneggino indisturbati nella sua lussureggiante vegetazione trasformando i sentieri in piste. Un vero scempio che viene denunciato in questi giorni dal quotidiano “La Prealpina” con immagini eloquenti del sottobosco sconvolto dai pedalatori. “Sono scomparsi i funghi, i mughetti. Un mondo che la mia famiglia e altre avevano preservato con grande passione”, è la testimonianza di un boscaiolo raccolta dai cronisti del quotidiano. Con una rabbia appena trattenuta ma ampiamente condivisibile, costui descrive scene “poco edificanti”. Si riferisce a rami e bancali utilizzati per creare ostacoli nella foresta in modo da consentire agli appassionati del “downhill” di effettuare salti presumibilmente acrobatici. 

Immagini desolanti. A quanto si legge, sono stati tolti i segnali che indicano i percorsi per le biciclette, in modo, a quanto si ipotizza, che tutta la montagna risulti “ciclabile”. In compenso a colpi di bombolette spray si verniciano sugli alberi i punti strategici dove compiere queste evoluzioni. Con la buona stagione tali acrobazie non di rado avvengono anche dopo il tramonto. Ed è questo un problema segnalato un paio d’anni fa anche in MountCity. Numerosi sono infatti i ciclisti dotati di potenti led luminosi che si lanciano in discesa lungo i pendii nel cuor della notte. Troppo impegnati, s’intende, per prendersi cura del patetico fuggi fuggi dei piccoli branchi di caprioli. 

Sui sentieri “Grande Randonnée” francesi compaiono da tempo cartelli che invitano a fare attenzione ai ciclisti: come se si trattasse di calamità naturali, come se fossero turbolenti extraterrestri capitati chissà da quale pianeta. E’ il caso che analoghi cartelli vengano posti anche lungo i sentieri dell’incantevole Campo dei Fiori? (Ser)

Ciclisti dotati di potenti led luminosi affrontano i pendii di Campo dei Fiori (Varese) nel cuor della notte provocando il fuggi fuggi della fauna selvatica. 

Commenta la notizia.