Strategie di rilancio, gli architetti si ritrovano al Porta

L’approfondimento e la discussione del complesso tema del costruire in montagna oggi è al centro di “La città che sale: il monte che resiste? Vivere la montagna, vivere in montagna: strategie di rilancio per le terre alte”, la due giorni di convegno organizzata il 24 e 25 settembre al Rifugio Carlo Porta di Pian dei Resinelli (Lecco) da Consulta AL con la curatela scientifica dell’associazione Cantieri d’Alta Quota.

“Il tema del costruire in montagna”, si legge in un documento, “deve necessariamente incrociare quello del patrimonio, ovvero deve saper prendere posizione e offrire chiavi d’interpretazione rispetto alle culture dell’abitare e alle preesistenze costruite, dai singoli manufatti all’intero paesaggio, inteso come ambiente trasformato attraverso l’antropizzazione. I territori alpini vanno considerati infatti nel più generale e attuale tema della rivitalizzazione, o anche solo della sussistenza, delle aree interne e delle loro ecologie. Attraverso una panoramica dello stato dell’arte, che prende in considerazione aspetti geografici, antropologici, sociali ed economici, si giunge ad analizzare alcuni esempi virtuosi di rigenerazione dei territori”.

Un’escursione al Bivacco Ferrario sulla cima della Grignetta introduce due sessioni di lavori che approfondiscono gli scenari a cui ci si trova di fronte in termini di innovazione, patrimonio e turismo e trattano dei casi studio che parlano di recupero, prefabbricazione ed esempi nel Canton Ticino. Qui una bozza ancora provvisoria del programma.

Il programma

1° SESSIONE: Escursione al Bivacco Ferrario sulla cima della Grignetta (2177 metri slm)
venerdì 24 settembre | ore 8.30 | Rifugio Porta
∎ Saluti e apertura dei lavori: presidente Consulta Regionale Lombarda Architetti PPC e presidente Associazione Architetti Arco Alpino
∎ Introduzione e conduzione dell’escursione: Roberto Fusari, architetto e accompagnatore di media montagna
∎ Il bivacco Ferrario: Luca Gibello, presidente associazione Cantieri d’Alta Quota e direttore Il Giornale dell’Architettura

Pausa pranzo al Rifugio Porta

2° SESSIONE: Scenari
venerdì 24 settembre | ore 14.30 | Rifugio Carlo Porta
∎ Saluti e apertura dei lavori: presidente Consulta Regionale Lombarda Architetti PPC e presidente Associazione Architetti Arco Alpino
∎ Introduzione e moderazione: Luca Gibello, presidente associazione Cantieri d’Alta Quota e direttore Il Giornale dell’Architettura
∎ Riabitare oggi i monti: una prospettiva realmente possibile? Enrico Camanni, scrittore e storico della montagna – Associazione Dislivelli, Torino
∎ Le aree interne e le nuove sfide dell’innovazione dal margine: Antonio De Rossi (Istituto di Architettura montana del Politecnico di Torino)
∎ Economie turistiche della montagna futura: Stefano Duglio, Università degli Studi di Torino
∎ Ripartire dal patrimonio alpino: Roberto Dini, associazione Cantieri d’Alta Quota, Istituto di Architettura montana del Politecnico di Torino

3° SESSIONE: Casi studio
sabato 25 settembre | ore 9.30 | Rifugio Carlo Porta
∎ Saluti e apertura dei lavori: presidente Consulta Regionale Lombarda Architetti PPC e presidente Associazione Architetti Arco Alpino
∎ Introduzione e moderazione: Luca Gibello, presidente associazione Cantieri d’Alta Quota e direttore Il Giornale dell’Architettura
∎ Il recupero degli insediamenti tradizionali e dei manufatti della civiltà contadina: Giacomo Menini, Politecnico di Milano
∎ Scomporre e ricomporre il patrimonio: esperienze tra i pascoli del Canton Ticino: Martino Pedrozzi, Studio d’architettura Martino Pedrozzi
∎ Prendersi cura del territorio del Canton Ticino in 20 anni di progetti: Nicola Baserga, studio Baserga-Mozzetti, Canton Ticino
∎ Abitare fa rima con prefabbricare: Stefano Girodo, Leapfactory, Torino

Le modalità di partecipazione, i costi e i crediti formativi professionali sono in via di definizione.

Commenta la notizia.