“Insilva 2021” / La trasformazione del paesaggio dolomitico

Alla trasformazione del paesaggio dopo Vaia è dedicato l’evento “Insilva” ospitato a Cavalese (Trento) dal 23 al 25 luglio. Gli scenari rappresentano oggi la distruzione di Vaia e come si presentano oggi tanti paesaggi, parliamo di decine di ettari su diversi versanti. A questi si aggiunge un paesaggio ideale, il biotopo torbiera di alta quota di Palù Longia, che sarà possibile visitare. Per chi intende partecipare è obbligo prenotarsi.

Chi intende soggiornare può rivolgersi all’Hotel Dolomiti (349.4441516). La giornata di venerdì, a quanto gentilmente comunica Luigi Casanova, è dedicata alle aree protette: ore 14 Visita all’orto forestale della Magnifica Comunità di Fiemme, a seguire visita ai due biotopi diversi Palù Longia e Lago Nero, accompagnati dal dottor Andrea Bertagnolli. Dovendo salire con i pulmini obbligo di prenotazione. In serata dibattito sulla Rete delle riserve in trentino con esperti locali e provinciali.

La giornata di sabato prevede alle ore 14 la visita all’impianto di teleriscaldamento a biomasse e produzione pellets di Cavalese, visita guidata dal direttore della società Andrea Ventura. Ore 17 visita guidata dal direttore del Centro d’Arte contemporanea di Cavalese dottor Elio Vanzo, quadri e sculture su Vaia e non solo. Alle ore 21 al Palacongressi di Cavalese, sala del Lettore, proiezione multivision di un documentario di Paolo Spigariol e altri sulla foresta.

Domenica è in programma l’uscita in campo aperto, pascoli e boschi in località Salanzada, ore 9, aperto a tutti senza prenotazione. Cinque le tappe con descrizione tecnico – scientifica di un tema e a seguire un momento artistico con danza, attori e musica. Si termina alle 12.30. Alle ore 14.30 a Malga Salanzada concerto libero. Il rispetto degli orari è tassativo. Vanno ringraziati il Comune di Cavalese, la Magnifica Comunità di Fiemme, Il Centro d’Arte contemporanea e la società Bioenergia, la Rete di riserve destra Avisio e il servizio aree protette e sviluppo sostenibile della provincia Autonoma di Trento la SAT di Cavalese, Mountain Wilderness Italia e l’organizzazione Insilva e i suoi studiosi e artisti.

Commenta la notizia.