Le metafore alpine di “Popi” Miotti

Il momento è critico, il primo veramente difficile da quando Draghi è a Palazzo Chigi. Si rischia un rompete le righe istituzionale, si moltiplicano gli episodi sbagliati nelle vaccinazioni, cresce il nervosismo dei partiti. La vetta sembra vicina ma la cordata deve ancora superare passaggi impervi anche se per fortuna, notizia dell’ultima ora, le restrizioni pagano: l’indice Rt in Italia scende a 0,92 e la penisola si colora sempre più di arancione…

Leggi tutto

Le “mani nude” di Desmaison, ritorna un classico

Scritto dal grande alpinista francese René Desmaison (1930 – 2007) al culmine della sua carriera, “La montagna a mani nude” (Corbaccio, 298 pagine, 19,90 euro) dal 15 aprile di nuovo nelle librerie sembra nascere dall’urgenza di fermare su carta le emozioni, la gioia, ma anche la sofferenza di chi ha deciso di dedicare la propria vita alla montagna.

Leggi tutto

Oro blu nel futuro del premio Mazzotti

Profeta e antesignano di grandi battaglie in difesa del paesaggio, in particolare quelli delle colline e delle ville venete che andava fotografando per denunciarne il degrado, Giuseppe Mazzotti viene ricordato nel 2021 per i 40 anni dalla morte avvenuta il 28 marzo 1981. Un’occasione per annunciare che l’edizione 39 del Premio letterario a lui dedicato si farà on line in autunno con un evento dedicato all’acqua, l’oro blu dei nostri giorni.

Leggi tutto

Dietro il tramonto rossonero a Milano

La situazione è sotto controllo, la zona è circoscritta e lontana dalle case, ma questo incendio è così vasto che fa paura. A dirlo il 7 aprile è stato il sindaco della località piemontese di Cannobio sul lago Maggiore dopo una notte in cui le squadre da terra hanno lavorato per tenere sotto controllo l’incendio che, sceso dalla valle Cannobina, minacciava il paese. Ha fatto paura quel fuoco anche ai milanesi, un’ottantina di chilometri più a sud.

Leggi tutto

Si rinnova il libro dei 4000

Luciano Ratto annuncia di avere completato un lavoro di aggiornamento e arricchimento del “Libro dei 4000” pubblicato nel 2010 da Vivalda. La nuova versione (192 pagine, formato 24×22 cm, 25 euro) appena arrivata in libreria s’intitola “Alpi – 4000 da collezione”. Da non perdere…

Leggi tutto

Corsi. Casacomune e le aree protette

Un viaggio tra parchi e aree protette terrestri ai tempi dell’emergenza planetaria, tra vincoli e opportunità, viene proposto da Casacomune il 28, 29 e 30 maggio alla Certosa di Avigliana (Torino) e anche in diretta on line. Il corso viene definito “di riflessione, informazione, formazione su alcuni degli aspetti che stanno determinando cambiamenti drammatici per l’intera umanità e la natura nel suo insieme”. Qui il link per ottenere maggiori informazioni e iscriversi.

Leggi tutto

Leggende dello sci. Ivo, “gattista” del fondo

Battere le piste di fondo di Vinadio in Alta Valle Stura è sempre stata la passione di Ivo Ghibaudo. Di sera, abbassate le saracinesche della sua premiata macelleria, saliva sul “gatto”, accendeva i fari e via fino alle ore piccole per rimettere a nuovo i tracciati. Spentosi a 70 anni per Covid all’ospedale di Saluzzo, Ghibaudo viene ricordato dai gourmet per le squisite pecore di razza Sambucana in vendita nel suo negozio. Talmente rinomate che per acquistarle arrivavano clienti da tutto il Piemonte. Il suo nome merita però di essere ricordato anche dai buongustai del fondo…

Leggi tutto

Penne nere, una sofferta “adunata”

Anche quest’anno la tradizionale “adunata” nazionale degli Alpini, novantatreesima della serie, evento pittoresco e affollatissimo che in primavera ha sempre riempito le cronache, ha dovuto fare i conti con la pandemia. Il Consiglio Direttivo Nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini è stato a malincuore costretto a spostare l’evento a settembre. Sarà Rimini a ospitarlo come già si sapeva…

Leggi tutto

Letture. Idee, avventure, progetti: “Il Cusna” si rinnova

È uscito il numero di primavera de Il Cusna, il periodico del Cai reggiano diretto da Alberto Fangareggi. È un numero ricco di articoli che vanno dall’escursionismo, alla cultura, dalla storia alla scienza alla tecnologia, arricchito in questa edizione dall’editoriale del presidente del Cai Emilia-Romagna, Massimo Bizzarri, una riflessione profonda su come si deve guardare alla frequentazione della montagna, un’attività educantee civica, nel rispetto di sé e degli altri…

Leggi tutto

Il premio a Geraci Siculo, comune di montagna

Nel dare notizia che Tropea, la “perla del Tirreno”, ha vinto l’ottava edizione del concorso televisivo di Rai 3 “Borgo dei Borghi 2021” è scappato di scrivere in questo sito che i borghi che legano la loro fama alle aree montane non hanno brillato in tema di preferenze. Errore gravissimo fu. Cortesemente un lettore fa notare che, per chi abita in Sicilia, Geraci Siculo, classificatosi al terzo posto, è un comune di montagna. Geraci si trova infatti a 1077 metri sul mare e fa parte del Parco delle Madonie, un’area protetta che include diverse cime tra i 1800 e 1900 metri…

Leggi tutto

E’ primavera, il sole “buca” il monte Civetta

A cogliere con uno scatto esemplare il fenomeno è stato, in occasione dell’equinozio di primavera, Simone Prà, 19 anni, appassionato di fotografia che vive tra La Valle e Alleghe. Unica avvertenza. Nella fessura il sole sosta solo per due minuti e bisogna avere un po’ di fortuna nel trovare il punto giusto in cui posare il cavalletto.

Leggi tutto

Borgo dei Borghi: vince Tropea. La montagna fanalino di coda

Tropea, la “perla del Tirreno”, ha vinto l’ottava edizione del “Borgo dei Borghi 2021” in onda sui Rai 3 la domenica di Pasqua. Nella trasmissione condotta da Camila Raznovich si sono sfidati 20 borghi, uno per regione. Scorrendo la classifica risulta che i borghi di montagna o che legano la loro fama alle aree montane non brillano in tema di preferenze. I più noti, Borgo Valsugana in Trentino e Issime in Valle d’Aosta, devono accontentarsi rispettivamente del 17° e 18° posto. Dei veri fanalini di coda.

Leggi tutto

Oltre le vette. Artisti in gara “per esorcizzare un’epidemia”

“Per grazia ricevuta – Concorso d’arte per esorcizzare un’epidemia” è l’iniziativa lanciata dalla rassegna bellunese ”Oltre le vette”, rivolta ad artisti e appassionati dell’arte figurativa. L’idea è ispirata dalle antiche tavolette votive di cui molti importanti esempi sono custoditi nelle sale di palazzo Fulcis di Belluno, ma prende ispirazione anche dai dipinti realizzati dal bellunese Dino Buzzati, 1906-1972, per il libro “I miracoli di Val Morel”.

Leggi tutto

Letture. La bellezza, messa in pericolo, del Devero

E’ in distribuzione il fascicolo del mese di aprile 2021 di “Lepontica” ideato e compilato da Paolo Crosa Lenz (crosalenz@libero.it) ed elegantemente impaginato in pdf da Alberto Corsi. Comprende come sempre sette brevi saggi dedicati a vita e cultura delle valli nelle Alpi Lepontine, argomenti di cui Crosa Lenz, scrittore e giornalista, può considerarsi uno dei maggiori conoscitori. Da questa pubblicazione distribuita dall’autore “per libera lettura”, con l’invito ai destinatari a inoltrarla alle rispettive reti di contatti, è tratto lo scritto che pubblichiamo sulle meraviglie dell’Alpe Devero oggi purtroppo soggetta a un grande progetto di infrastrutturazione pesante (“ricoveri” turistici sulle vette e impianti di risalita per andare in montagna “seduti”).

Leggi tutto

Montagna che resiste. Dove i negozi riaprono

La “montagna che resiste” ha compiuto un altro passo avanti. Sull’esempio di Rigolato e di Treppo-Ligosullo in Carnia, anche nel ridente borgo piemontese di Acceglio, in Val Maira, l’iniziativa privata è stata sostituita con il pubblico per consentire la riapertura dei negozi di prima necessità. Il Comune ha infatti lanciato un “concorso di idee per la creazione di un negozio di alimentari e annesso bar” nei locali di proprietà comunale che ospitavano l’ambulatorio medico, trasferiti nel municipio.

Leggi tutto

Gottardo deserto. Niente esodo dal nord delle Alpi

Un’immagine da day after: l’autostrada A2 verso il Ticino è percorsa solo da pochi, rari veicoli. Un fatto incredibile il Venerdì Santo. Sembrano lontane, remote nel tempo, le code di vetture in occasione del week end di Pasqua, ai portali del San Gottardo…

Leggi tutto

Letture. Passo dopo passo sulle rotte dei clandestini

Geografo e appassionato escursionista, Alberto Di Monte ha avuto modo di approfondire temi di drammatica attualità percorrendo più volte gli itinerari dei migranti lungo quelle “tracce che calpestano il confine” come vengono definite nella copertina del suo nuovo volume “Sentieri migranti” (Mursia, 194 pagine, 15 euro). MountCity lo ha intervistato.

Leggi tutto

Una semplice poesia di Pasqua

L’amico Francesco Lena di Cenate Sopra (Bergamo) ci manda una “semplice poesia” dedicata alla Pasqua. Ne condividiamo i contenuti e volentieri la sottoponiamo all’attenzione di chi benevolmente ci legge insieme con i nostri più sinceri auguri.

Leggi tutto

Grassi (1946-1991) racconta il “couloir fantasma”

Da uno dei suoi libri conservati nell’archivio di MountCity è spuntato di recente un manoscritto di Gian Carlo Grassi di cui questo blog ha proposto una lettura già qualche tempo fa, nel 2019. Risale agli anni Novanta, poco prima dell’incidente che è costato la vita a Grassi nel corso di un’arrampicata. Titolo: “Proibito sbagliare”. Il trentennale della scomparsa dell’indimenticabile alpinista offre l’occasione per riproporlo.

Leggi tutto

Canton Ticino. Il paradiso ritrovato di Monte Verità

Composto da 16 tele, “Il chiaro mondo dei beati” di Elisàr von Kupffer e Eduard von Mayer è un dipinto circolare scenico di quasi 9 metri di diametro realizzato sullo stile dei modelli romantici e preraffaeliti. Dal 1° aprile e fino al 1° novembre è possibile ammirarlo al Complesso Museale di Monte Verità nei pressi di Ascona (Canton Ticino).

Leggi tutto

Il monumento a Greta che fa discutere

La statua dell’attivista svedese per il clima sarebbe stata commissionata nel 2019 e finanziata dall’Università di Winchester. Lo conferma The Hampshire Chronicle, un giornale serio. Del resto la notizia non è sfuggita il 1° aprile all’insigne giornalista e storico Paolo Mieli che ne ha fatto cenno in Radio 24 Mattina…

Leggi tutto

L’invasione dei droni trasformati in uccelli-robot

Sono numerosi, ormai, i sistemi con i quali la Cina controlla ogni istante della vita dei propri cittadini. Uno dei più sorprendenti prevede l’utilizzo di droni… uccello. Una trentina di agenzie militari e governative utilizzano infatti dei droni in tutto e per tutto uguali a uccelli veri. Questi uccelli robotizzati sono stati progettati per apparire identici a un volatile reale, simulandone alla perfezione i movimenti, il battito delle ali e le evoluzioni tipiche nel cielo…

Leggi tutto

Terapia forestale: ricerche scientifiche e prospettive

Terapia forestale: curarsi con il potere degli alberi. Su questo nuovo (almeno per noi occidentali) approccio terapeutico proveniente dal Giappone il Cai di Bergamo ha organizzato una videoconferenza. L’intenzione, stando a quanto riferisce il dottor Giancelso Agazzi che riporta anche alcuni passaggi significativi del libro pubblicato in proposito (“Terapia forestale” a cura di Francesco Meneguzzo e Federica Zabini, Club Alpino Italiano e Consiglio Nazionale delle Ricerche), è di fare inserire la TF nel Sistema Sanitario Nazionale, come già accade in altre nazioni (Polonia, Ungheria, Germania, Inghilterra, Giappone, Taiwan, Cina, Corea del Sud, Australia), dove il medico di medicina generale può prescrivere la TF.

Leggi tutto

“Sentieri dell’arte”, meraviglie per ogni stagione

Nella pagina facebook dell’Atl Valsesia Vercelli è ripresa la rubrica dedicata al racconto del territorio, con segnalazioni di percorsi per gli escursionisti. Tra questi percorsi va indicato il “Sentiero dell’arte” che partendo da Campertogno, una delle comunità più antiche della medio-alta Val Grande in Valsesia, conduce all’Alpe Cangello, attraversando un ambiente particolarmente affascinante.

Leggi tutto

Cortina 2026. Il bob? Uno spreco, eliminiamolo

“Perché diciamo no a una nuova pista da bob” è il titolo di una lettera che il 24 marzo alcune associazioni e comitati del Cadore hanno inviato a Presidente Mario Draghi e al ministro della Transizione ecologica. La pista riguarda le Olimpiadi Milano-Cortina 2026 e l’invito è particolarmente rivolto agli amministratori del Veneto, Lombardia, Trentino e Alto Adige perché riflettano e provvedano da subito a risparmiare ambiente, paesaggio e soldi pubblici. Utilizzando le piste di Cesana o meglio ancora di Innsbruck saremmo ancora in tempo per risparmiare 80 milioni di euro per la costruzione della nuova pista a Cortina prevedendo un debito di quasi 500.000 euro l’anno per la successiva gestione dell’impianto.

Leggi tutto