Dolomiti accessibili, patrimonio per tutti

Sono 23 i percorsi dolomitici disponibili e accessibili a tutti, anziani, famiglie, disabili ai quali presto se ne aggiungeranno altri 15. Sono corredati di scheda tecnica, mappa, coordinate Gps, caratteristiche ambientali e geomorfologiche per permettere all’utente di scegliere in autonomia il percorso più adatto alle proprie capacità. Sul sito della Fondazione Dolomiti è disponibile anche una mappa interattiva.

Leggi tutto

Segnavia biancorossi a Milano per il sentiero urbano del Cai

Con qualche innocente enfatizzazione prende quota, a Milano, il trekking urbano allietato in primavera da estese fioriture nei parchi pubblici e in estate sicuramente da evitare per la canicola. Viene indicato come “multidisciplinare sportivo, storico e formativo con un valore storico importante per Milano”…

Leggi tutto

Val di Mello in subbuglio. Prima no, poi si alle ruspe. Che ora nessuno vuole

Dopo due anni di silenzio, con una pandemia in mezzo, sono iniziati i lavori per la realizzazione del percorso protetto per persone disabili in Val di Mello. Contro il progetto presentato nel 2019 dall’Ersaf, Ente regionale lombardo per i servizi all’agricoltura e alle foreste, si erano a suo tempo schierati ambientalisti, Cai e guide alpine. Poi venne raggiunto un accordo…

Leggi tutto

Piccole Dolomiti. Sorpresa: la guglia nottetempo è sparita

Una porzione della guglia Corno nelle Piccole Dolomiti si è staccata ed è finita a valle. Si è sgretolata zitta zitta nottetempo. Sorpresa l’indomani: il profilo delle guglie è cambiato. Al posto della sagoma che ricordava un corno ora c’è una gengiva, come dopo l’intervento radicale di un dentista…

Leggi tutto

“Re di Pietra” in crisi: neve scarsa, rischio frane

Di questi tempi pare che il Monviso non se la passi troppo bene. In tutto l’inverno, alla frazione Serre di Crissolo sono caduti “appena” 307 centimetri di neve, decisamente meno della media. E intanto il clima sta trasformando la conformazione delle rocce…

Leggi tutto

Eliski, questi 25 anni in attesa di una legge

Venticinque anni, un quarto di secolo, in attesa di una legge. Che ancora non c’è e chissà se e quando sarà mai promulgata. Un posticino nel Guinness dei Primati probabilmente se lo merita questa mancata legge sui voli turistici in montagna. E bene ha fatto nell’accennare a tale voragine legislativa mai colmata Mountain Wilderness Italia nella lettera rivolta il 23 marzo al ministro Roberto Cingolani al quale è affidato il nuovissimo dicastero per la Transizione Ecologica…

Leggi tutto

Dietro il tramonto rossonero a Milano

La situazione è sotto controllo, la zona è circoscritta e lontana dalle case, ma questo incendio è così vasto che fa paura. A dirlo il 7 aprile è stato il sindaco della località piemontese di Cannobio sul lago Maggiore dopo una notte in cui le squadre da terra hanno lavorato per tenere sotto controllo l’incendio che, sceso dalla valle Cannobina, minacciava il paese. Ha fatto paura quel fuoco anche ai milanesi, un’ottantina di chilometri più a sud.

Leggi tutto

Si rinnova il libro dei 4000

Luciano Ratto annuncia di avere completato un lavoro di aggiornamento e arricchimento del “Libro dei 4000” pubblicato nel 2010 da Vivalda. La nuova versione (192 pagine, formato 24×22 cm, 25 euro) appena arrivata in libreria s’intitola “Alpi – 4000 da collezione”. Da non perdere…

Leggi tutto

Corsi. Casacomune e le aree protette

Un viaggio tra parchi e aree protette terrestri ai tempi dell’emergenza planetaria, tra vincoli e opportunità, viene proposto da Casacomune il 28, 29 e 30 maggio alla Certosa di Avigliana (Torino) e anche in diretta on line. Il corso viene definito “di riflessione, informazione, formazione su alcuni degli aspetti che stanno determinando cambiamenti drammatici per l’intera umanità e la natura nel suo insieme”. Qui il link per ottenere maggiori informazioni e iscriversi.

Leggi tutto

Letture. Idee, avventure, progetti: “Il Cusna” si rinnova

È uscito il numero di primavera de Il Cusna, il periodico del Cai reggiano diretto da Alberto Fangareggi. È un numero ricco di articoli che vanno dall’escursionismo, alla cultura, dalla storia alla scienza alla tecnologia, arricchito in questa edizione dall’editoriale del presidente del Cai Emilia-Romagna, Massimo Bizzarri, una riflessione profonda su come si deve guardare alla frequentazione della montagna, un’attività educantee civica, nel rispetto di sé e degli altri…

Leggi tutto

Il premio a Geraci Siculo, comune di montagna

Nel dare notizia che Tropea, la “perla del Tirreno”, ha vinto l’ottava edizione del concorso televisivo di Rai 3 “Borgo dei Borghi 2021” è scappato di scrivere in questo sito che i borghi che legano la loro fama alle aree montane non hanno brillato in tema di preferenze. Errore gravissimo fu. Cortesemente un lettore fa notare che, per chi abita in Sicilia, Geraci Siculo, classificatosi al terzo posto, è un comune di montagna. Geraci si trova infatti a 1077 metri sul mare e fa parte del Parco delle Madonie, un’area protetta che include diverse cime tra i 1800 e 1900 metri…

Leggi tutto

E’ primavera, il sole “buca” il monte Civetta

A cogliere con uno scatto esemplare il fenomeno è stato, in occasione dell’equinozio di primavera, Simone Prà, 19 anni, appassionato di fotografia che vive tra La Valle e Alleghe. Unica avvertenza. Nella fessura il sole sosta solo per due minuti e bisogna avere un po’ di fortuna nel trovare il punto giusto in cui posare il cavalletto.

Leggi tutto

Borgo dei Borghi: vince Tropea. La montagna fanalino di coda

Tropea, la “perla del Tirreno”, ha vinto l’ottava edizione del “Borgo dei Borghi 2021” in onda sui Rai 3 la domenica di Pasqua. Nella trasmissione condotta da Camila Raznovich si sono sfidati 20 borghi, uno per regione. Scorrendo la classifica risulta che i borghi di montagna o che legano la loro fama alle aree montane non brillano in tema di preferenze. I più noti, Borgo Valsugana in Trentino e Issime in Valle d’Aosta, devono accontentarsi rispettivamente del 17° e 18° posto. Dei veri fanalini di coda.

Leggi tutto

Letture. La bellezza, messa in pericolo, del Devero

E’ in distribuzione il fascicolo del mese di aprile 2021 di “Lepontica” ideato e compilato da Paolo Crosa Lenz (crosalenz@libero.it) ed elegantemente impaginato in pdf da Alberto Corsi. Comprende come sempre sette brevi saggi dedicati a vita e cultura delle valli nelle Alpi Lepontine, argomenti di cui Crosa Lenz, scrittore e giornalista, può considerarsi uno dei maggiori conoscitori. Da questa pubblicazione distribuita dall’autore “per libera lettura”, con l’invito ai destinatari a inoltrarla alle rispettive reti di contatti, è tratto lo scritto che pubblichiamo sulle meraviglie dell’Alpe Devero oggi purtroppo soggetta a un grande progetto di infrastrutturazione pesante (“ricoveri” turistici sulle vette e impianti di risalita per andare in montagna “seduti”).

Leggi tutto

Montagna che resiste. Dove i negozi riaprono

La “montagna che resiste” ha compiuto un altro passo avanti. Sull’esempio di Rigolato e di Treppo-Ligosullo in Carnia, anche nel ridente borgo piemontese di Acceglio, in Val Maira, l’iniziativa privata è stata sostituita con il pubblico per consentire la riapertura dei negozi di prima necessità. Il Comune ha infatti lanciato un “concorso di idee per la creazione di un negozio di alimentari e annesso bar” nei locali di proprietà comunale che ospitavano l’ambulatorio medico, trasferiti nel municipio.

Leggi tutto

Gottardo deserto. Niente esodo dal nord delle Alpi

Un’immagine da day after: l’autostrada A2 verso il Ticino è percorsa solo da pochi, rari veicoli. Un fatto incredibile il Venerdì Santo. Sembrano lontane, remote nel tempo, le code di vetture in occasione del week end di Pasqua, ai portali del San Gottardo…

Leggi tutto

Letture. Passo dopo passo sulle rotte dei clandestini

Geografo e appassionato escursionista, Alberto Di Monte ha avuto modo di approfondire temi di drammatica attualità percorrendo più volte gli itinerari dei migranti lungo quelle “tracce che calpestano il confine” come vengono definite nella copertina del suo nuovo volume “Sentieri migranti” (Mursia, 194 pagine, 15 euro). MountCity lo ha intervistato.

Leggi tutto

Il monumento a Greta che fa discutere

La statua dell’attivista svedese per il clima sarebbe stata commissionata nel 2019 e finanziata dall’Università di Winchester. Lo conferma The Hampshire Chronicle, un giornale serio. Del resto la notizia non è sfuggita il 1° aprile all’insigne giornalista e storico Paolo Mieli che ne ha fatto cenno in Radio 24 Mattina…

Leggi tutto

L’invasione dei droni trasformati in uccelli-robot

Sono numerosi, ormai, i sistemi con i quali la Cina controlla ogni istante della vita dei propri cittadini. Uno dei più sorprendenti prevede l’utilizzo di droni… uccello. Una trentina di agenzie militari e governative utilizzano infatti dei droni in tutto e per tutto uguali a uccelli veri. Questi uccelli robotizzati sono stati progettati per apparire identici a un volatile reale, simulandone alla perfezione i movimenti, il battito delle ali e le evoluzioni tipiche nel cielo…

Leggi tutto

Terapia forestale: ricerche scientifiche e prospettive

Terapia forestale: curarsi con il potere degli alberi. Su questo nuovo (almeno per noi occidentali) approccio terapeutico proveniente dal Giappone il Cai di Bergamo ha organizzato una videoconferenza. L’intenzione, stando a quanto riferisce il dottor Giancelso Agazzi che riporta anche alcuni passaggi significativi del libro pubblicato in proposito (“Terapia forestale” a cura di Francesco Meneguzzo e Federica Zabini, Club Alpino Italiano e Consiglio Nazionale delle Ricerche), è di fare inserire la TF nel Sistema Sanitario Nazionale, come già accade in altre nazioni (Polonia, Ungheria, Germania, Inghilterra, Giappone, Taiwan, Cina, Corea del Sud, Australia), dove il medico di medicina generale può prescrivere la TF.

Leggi tutto

“Sentieri dell’arte”, meraviglie per ogni stagione

Nella pagina facebook dell’Atl Valsesia Vercelli è ripresa la rubrica dedicata al racconto del territorio, con segnalazioni di percorsi per gli escursionisti. Tra questi percorsi va indicato il “Sentiero dell’arte” che partendo da Campertogno, una delle comunità più antiche della medio-alta Val Grande in Valsesia, conduce all’Alpe Cangello, attraversando un ambiente particolarmente affascinante.

Leggi tutto

Cortina 2026. Il bob? Uno spreco, eliminiamolo

“Perché diciamo no a una nuova pista da bob” è il titolo di una lettera che il 24 marzo alcune associazioni e comitati del Cadore hanno inviato a Presidente Mario Draghi e al ministro della Transizione ecologica. La pista riguarda le Olimpiadi Milano-Cortina 2026 e l’invito è particolarmente rivolto agli amministratori del Veneto, Lombardia, Trentino e Alto Adige perché riflettano e provvedano da subito a risparmiare ambiente, paesaggio e soldi pubblici. Utilizzando le piste di Cesana o meglio ancora di Innsbruck saremmo ancora in tempo per risparmiare 80 milioni di euro per la costruzione della nuova pista a Cortina prevedendo un debito di quasi 500.000 euro l’anno per la successiva gestione dell’impianto.

Leggi tutto

Migrazioni primaverili nei Parchi

Marzo è il mese in cui inizia la migrazione primaverile, un fenomeno che proseguirà fino ai primi giorni di giugno. Buona parte degli uccelli che nidificano nei Parchi dell’Alpe Veglia e Devero e dell’Alta Valle Antrona abbandona i propri nidi in autunno per trascorrere l’inverno in aree con clima più mite, distanti talvolta anche alcune migliaia di chilometri.

Leggi tutto

Turismo. Verso gli Stati generali della transizione

Gli Stati Generali della transizione del Turismo di Montagna sono stati ufficialmente varati in Francia dai Segretari di Stato Joël Giraud e Jean-Baptiste Lemoyne alla presenza di rappresentanti professionali e associativi della montagna. L’incontro in programma il 23 e 24 settembre mira a riunire le parti interessate nell’ecosistema montano al fine di attivare un’intesa collettiva con l’invito a cooperare attorno a questioni comuni legate al turismo in un momento di transizione particolarmente delicato.

Leggi tutto

Letture. I diritti delle piante

Autore del best seller “La Nazione delle Piante”, il botanico Stefano Mancuso ha elaborato insieme con PNAT – società multidisciplinare di ricercatori, biologi, designer, ingegneri e architetti – un progetto denominato “La Fabbrica dell’Aria” ©. Il dato di partenza è il seguente: nella cosiddetta biomassa – cioè la massa di tutto ciò che vive – la percentuale di esseri umani è pari allo 0,3%. Quella delle piante è dell’85%.

Leggi tutto