Marmolada, l’ennesimo luna park?

Giorgio Daidola, docente di Analisi economico finanziaria per le imprese turistiche dell’Università degli Studi di Trento, ha indirizzato la lettera che pubblichiamo al governatore del Trentino Maurizio Fugatti. La missiva è apparsa sul Corriere del Trentino del 9 giugno 2021. Nel suo scritto, Daidola invita a tentare di salvare dai caroselli di impianti pesanti l’area della Marmolada. “La Regina delle Dolomiti”, scrive, “ha tutte le carte in regola per diventare il territorio ideale per lo sviluppo di un modello alternativo a un turismo invernale maturo per non dire agonizzante”.

Leggi tutto

Bonatti da leggenda sotto le stelle dei Cappuccini

A conti fatti, sono almeno 23 anni che al Monte dei Cappuccini il Museo torinese (da quassù la vista spazia ben oltre Torino, fino ai contrafforti delle Levanne e alla Val di Susa) “racconta” Walter Bonatti, ancor prima dell’avvento dei social. In mostre, cataloghi, documentari, Bonatti è stato “esplorato” nella sua complessità di alpinista, fotografo, scrittore, giornalista e uomo d’avventura, pioniere della vita open air ovvero into the wild. E il 22 giugno si apre la mostra con le sue immagini e i suoi cimeli.

Leggi tutto

Letture / Le estati in alpeggio del piccolo Annibale

Lo sguardo dell’antropologo non lo abbandona mai, ma nemmeno lo abbandonano gli stupori che gli suscitavano da bambino le montagne. Per questo in età da considerare “avanzata”, Annibale Salsa ha deciso di rievocare la sua infanzia in un libro in cui per la prima volta si racconta in prima persona. “Un’estate in alpeggio” (Ponte alle Grazie e Cai, 127 pagine,13 euro, prefazione di Marco Albino Ferrari) non è soltanto un libro per ragazzi…

Leggi tutto

Società Storica delle Valli di Lanzo: 75 anni d’impegno civile

Per celebrare il 75° anniversario di fondazione la Società Storica pubblica, in tiratura limitata di 250 esemplari numerati, la carta plastigrafica “Le Valli di Lanzo”. Il programma delle manifestazioni celebrative viene illustrato sabato 26 giugno a Lanzo Torinese alle ore 11 nel salone di LanzoIncontra.

Leggi tutto

Per salvare il turismo estivo sacrifichiamo gli studenti

Dal professor Salvatore Bragantini, illustre economista, riceviamo e volentieri pubblichiamo questo scritto sulle prospettive del turismo estivo e i problemi irrisolti della next generation su cui la Ue punta 750 miliardi. E’ evidente, come osserva il professore, grande amico della montagna, che nel Paese c’è più voglia di mare che di lavorare al futuro…

Leggi tutto

Dante, un vero alpinista

Ottone Brentari, geografo e giornalista di manifesta fede irredentista, nel 1887 pubblicò sul Bollettino del Club Alpino Italiano un articolato saggio intitolato “Dante alpinista”. Sposando la tesi di altri studiosi, Brentari cita, verso dopo verso, numerosi passi della Divina Commedia in cui Dante descrive con estrema precisione la sua salita alla montagna del Purgatorio o il procedere in discesa da un girone all’altro dell’Inferno seguendo Virgilio, la sua guida.

Leggi tutto

McKinley all’inchiostro di china

Si celebra nel 2021 il 60° anniversario della prima salita del Mount McKinley (6178 m, Alaska) compiuta dalla Spedizione “Città di Lecco – Alaska ‘61” guidata da Riccardo Cassin e composta da Luigino Airoldi, Gigi Alippi, Jack Canali, Romano Perego e Annibale Zucchi. La celebrazione dell’importante scalata può essere anche un buon motivo per ricordare Achille Patitucci (1903-1967), illustratore e giornalista, che attraverso le pagine del Corriere della Sera e della Domenica del Corriere contribuì in quegli anni a divulgare le conquiste compiute dagli alpinisti italiani, compreso il McKinley illustrato nella tavola che MountCity è lieto qui di riproporre.

Leggi tutto

Letture. Conoscere e amare il Mottarone

“Arrampicare, camminare, conoscere il Mottarone” inaugurò nel 2012 l‘attività di Monte Rosa Edizioni. Fu il primo volume di una collana nata con lo scopo di trasmettere la gioia di andare in montagna. “Quel libro mi era venuto proprio bene”, riconosce oggi l’autore Alberto Paleari. “E’ esaurito da tempo ed è anche ormai datato perché sono successe tante cose nel frattempo e avrebbe bisogno di una riedizione ampliata”. Nell’introduzione intitolata “Se il Mottarone fosse in Svizzera” l’autore mette a fuoco il “grande amore” che nutre per il paesaggio, la roccia, l’aria, il cielo e la natura del “suo” meraviglioso Mottarone oggi purtroppo sulle prime pagine dei giornali per ben altri motivi.

Leggi tutto

L’invisibile migrazione dei cervi

In maggio, per lo più di notte, i cervi percorrono i sentieri degli alti villaggi alpini per portarsi a Veglia e a Devero. Una migrazione invisibile e nascosta, come quella di alcuni uomini. Lo racconta Paolo Crosa Lenz nei suoi appassionanti diari.

Leggi tutto

Sentiero Italia Cai. In uscita le guide del Nordest

Un viaggio di 7.638 chilometri in 500 tappe e attraverso 20 regioni. Questo è il Sentiero Italia Cai illustrato in 12 volumi. Venticinque sono gli autori coinvolti che, nel 2020 dei divieti, hanno percorso, valutato e descritto l’intero sentiero nella prima collana di guide, in uscita mensile. Denis Perilli ha percorso e raccontato il Nordest con Lorenzo Camunian e Anna Sustersic. Ecco le sue impressioni.

Leggi tutto

Letture. Le Dolomiti “fuorirotta” di Cenacchi

“Guida letteraria per escursionisti fuorirotta” si legge sulla copertina di “Dolomiti cuore d’Europa” (Ulrico Hoepli Editore, 228 pagine, 22,90 euro). Il libro fa conoscere a molti Giovanni Cenacchi (1963-2006), un grande scrittore di montagna purtroppo scomparso. E’ inserito nella variopinta collana delle “Stelle Alpine” diretta da Marco Albino Ferrari e si fa leggere più come un romanzo che come una guida escursionistica.

Leggi tutto

La vita parallela del professore

Il professor Alberto Mantovani, 73 anni, è uno dei più importanti medici italiani, oncologo e immunologo e direttore scientifico dell’istituto Humanitas di Milano. Nell’intervista rilasciata l’11 maggio al quotidiano “La Repubblica” racconta la sua “vita parallela” legata alle vette…

Leggi tutto

Premi Itas 2021. Trionfa la mamma alpinista

“Un passo avanti nella letteratura di montagna” si legge nella motivazione della giuria. A compiere questo passo, vincendo il Premio Itas 2021, è stato Marco Albino Ferrari, una delle migliori firme nel giornalismo e nella letteratura di montagna. Nel romanzo “Mia sconosciuta” edito da Ponte alle Grazie (240 pagine, 16 euro), risulta che Ferrari abbia saputo “aprire uno spaccato familiare sul rapporto tanto simbiotico quanto fertile che lega in maniera indissolubile una madre a un figlio, ed entrambi alla insopprimibile fascinazione per le Terre alte, l’escursionismo e l’alpinismo”.

Leggi tutto

Campo dei Fiori. Vandalismi a pedalata assistita

Non c’è pace nel parco naturale di Campo dei Fiori che si affaccia sulla città di Varese. Da anni i biker spadroneggiano indisturbati trasformando in piste i sentieri. Un vero scempio che viene denunciato in questi giorni dal quotidiano “La Prealpina” con immagini eloquenti del sottobosco sconvolto dati pedalatori.

Leggi tutto

Maggio, la montagna si tinge di giallo

Puntuale, il 1° maggio, la posta elettronica ha recapitato agli amici il nuovo fascicolo in pdf del mensile “Lepontica” al quale da otto mesi in qua dà vita Paolo Crosa Lenz con l’assistenza di Alberto Corsi per la parte grafica (per info e suggerimenti: crosalenz@libero.it). Sette sono i brevi scritti che hanno come sfondo le montagne dell’Ossola. MountCity ha scelto di pubblicare, per concessione dell’autore, questo saggio intitolato “Quando la montagna si tinge di giallo”: un’istruttiva panoramica sulle fioriture di maggio dopo le ultime nevicate a bassa quota. Buona lettura.

Leggi tutto

Viaggi verticali. Arrampicare è un po’ partire

“Esistono molti modi per fuggire dal mondo pur restando nel mondo, pur essendo del mondo”, scrive Beppe Guzzeloni, Istruttore di alpinismo, in queste sue riflessioni. “Staccare il corpo da terra è un modo per fuggire dal nostro mondo. Arrampicare è uno dei suoi verbi. Il suo linguaggio. Arrampicare significa voler intraprendere un viaggio e per questo serve un motivo”.

Leggi tutto

Madinelli, il senso dell’avventura

Giorgio Madinelli è l’autore del primo libro di “greppismo”, il manifesto di un modo di andare in montagna “che valorizza la crescita personale bandendo le situazioni artificiali”. Lo presenta Vittorino Mason, suo compagno d’avventure, autore anche delle immagini che pubblichiamo.

Leggi tutto

“Monti Sorgenti”. In mostra le “vie” più celebri

Un viaggio attraverso la storia dell’alpinismo, seguendo le linee delle relazioni tecniche che hanno tracciato nero su bianco alcune tra le più celebri vie in Grigna. La mostra “Raccontare le vie. Disegni e parole al servizio degli scalatori” curata a Lecco da Alberto Benini e Pietro Corti rappresenta l’evento inaugurale della X edizione di “Monti Sorgenti”.

Leggi tutto

Club alpino accademico: Penasa è il nuovo presidente

Mauro Penasa, socio del Cai Biella, è il nuovo presidente del Club alpino accademico italiano. Subentra ad Alberto Rampini. Qui, per gentile concessione, una relazione del neopresidente in cui viene messa a fuoco la sua visione dell’alpinismo e del glorioso sodalizio che ora presiede. Il documento venne presentato nel 2008 a Torino in occasione delle celebrazioni per i cent’anni del Notiziario dell’Accademico, ma la sua attualità è indiscutibile.

Leggi tutto

Letture. Polidori e “la montagna dell’io”

Dopo la guida alpinistica “Sarca verticale” (Alpine Studio, 2017) e il libro autobiografico “Quando arrivi in cima continua a scalare” (Alpine Studio, 2018) dove cercò “di essere di stimolo per chi non crede in sé stesso”, ora Walter Polidori affronta una nuova scalata cartacea. Fresco di stampa per Amazon, esce in questi giorni il suo “La montagna dell’Io”.

Leggi tutto

Letture. L’amaro destino di Leo, ragazzo prodigio

Tre processi, due civili e uno penale, non furono sufficienti ad accertare cause e responsabilità. La morte per un incidente sulle piste di Leonardo David, promessa dello sci negli anni settanta, rimane ancora un enigma che sconvolse la celeberrima “valanga azzurra” e la comunità di Gressoney dove Leo nacque e divenne un campione ereditando dal padre David la passione che se lo sarebbe portato via. A rimettere ordine nella sua breve vita e a indagare sulla tragedia che riempì le cronache di quegli anni di piombo è Riccardo Crovetti nel libro “Leonardo David. La leggenda del ragazzino campione” (Mursia, 198 pagine, 16 euro).

Leggi tutto

Gli alberi caduti si raccontano

Quale grido avrebbero potuto lanciare gli alberi un attimo prima della fine mentre imperversava la tempesta Vaia? In un libro fresco di stampa la testimonianza fotografica di Manuel Cicchetti dà voce a quelle piante. Ma l’opera va oltre. E’ affidato al giornalista Angelo Miotto il compito di immaginare l’ultimo pensiero degli alberi. Cascuno si presenta con un proprio nome (RadiceTorta, Fioretto, FustoDritto, Corteccia, TanaFelice). Il volume si richiama alla celebre “Antologia di Spoon River” in cui si racconta, in forma di epitaffio, la vita dei residenti dell’immaginario paesino di Spoon River sepolti nel cimitero locale.

Leggi tutto

I paesaggi della Resistenza nelle immagini di Carlo Meazza

Nel libro “Paesaggi della Resistenza nei romanzi di Calvino, Fenoglio e Meneghello” (Pubblinova Edizioni Negri, Varese) Carlo Meazza documenta, a settant’anni dalla fine della Lotta di liberazione, i luoghi in cui si svolse l’esperienza partigiana di Italo Calvino, Beppe Fenoglio e Luigi Meneghello riversata in celebri romanzi: “Il sentiero dei nidi di ragno”, “Il partigiano Johnny” e “I piccoli maestri”. I testi sono di Enzo Laforgia.

Leggi tutto

Valle Anzasca, il sale della fatica nelle foto e negli scritti di Marco Sonzogni

È in libreria la nuova iniziativa editoriale de “Il Rosa”: il libro di Marco Sonzogni “Vicende d’Anzasca: il sale della fatica” (Associazione culturale “Il Rosa”, 116 pagine in brossura). L’antologia raccoglie oltre venti anni di scritti dello storico redattore de “Il Rosa – Giornale di Macugnaga e della Valle Anzasca”. La sua penna racconta storie e memorie di una valle alpina che ha subito nella seconda metà del Novecento profonde trasformazioni sia economiche che culturali.

Leggi tutto

Letture. Le tante vite di Chiaretta, signora dell’Antartide

Un ghiacciaio, uno dei 184 dell’Antartide, porta il nome di Maria Chiara Ramorino, per gli amici Chiaretta. Di benemerenze Chiaretta ne ha però collezionate diverse altre non solo nel corso della sua professione di fisica nucleare che ha partecipato a tre spedizioni nel Continente Bianco. E’ stata una vita come poche la sua, 90 anni felicemente festeggiati il 13 aprile 2021. Francesca Colesanti la racconta in un libro fresco di stampa delle Edizioni del Gran Sasso.

Leggi tutto