Tutti in fila per le Tre Cime

Tre Cime, terra da sogno è scritto su un annuncio pubblicitario. E’ davvero così? No di certo, se lo si va a chiedere ai tanti automobilisti che affrontano code chilometriche per raggiungere in auto le mitiche Tre Cime di Lavaredo. Dove i parcheggi a pagamento nei pressi del Rifugio Auronzo sono spesso esauriti fin dalle 9 del mattino.

Leggi tutto

Ma di quale sostenibilità si parla?

Nonostante le raccomandazioni della Fondazione Dolomiti Unesco, nonostante il lavoro svolto da Mountain Wilderness, da più di un decennio le amministrazioni delle provincie di Trento e Belluno e i comuni interessati non trovano un’intesa nemmeno per la soluzione “soft” di una chiusura giornaliera dei passi dolomitici limitata a poche ore…

Leggi tutto

Se queste sono Dolomiti

Pro o contro la chiusura regolamentata dei passi dolomitici nel periodo estivo? La presa di posizione di Reinhold Messner a favore delle limitazioni non è condivisa dagli amministratori del Trentino e del Veneto. Prepariamoci dunque a un’estate a scappamenti aperti…

Leggi tutto

Messner e i passi dolomitici. Chiudiamoli tutti!

Rinunciare alla chiusura dei passi dolomitici nei periodi di punta dell’estate? Dopo le esperienze di regolamentazione selettiva a fasce orarie degli anni scorsi questa è la prospettiva di cui oggi si discute. “Non sarebbe una scelta intelligente”, interviene però Reinhold Messner. Un parere condiviso con le associazioni ambientaliste.

Leggi tutto

Un algoritmo per salire al Sella

Parte l’edizione 2018 di Dolomites Vives che limita il traffico sui versanti del passo Sella dal 23 luglio al 31 agosto. La gestione del traffico viene affidata agli algoritmi per stabilire quante auto far salire…

Leggi tutto

Dolomiti “Green day”, una decisione inadeguata e irresponsabile

Si chiameranno Dolomiti Green Days e partiranno la prossima estate. Una sperimentazione che per il 2017 riguarderà però solo 10 giorni ed esclusivamente il passo Sella. Stop ai mezzi mossi da motore a scoppio, sì alla mobilità alternativa: auto, bus e pure moto elettriche, bici tradizionali e a pedalata assistita, pedoni trasportati in alta quota dagli impianti di risalita “inglobati” nel sistema di trasporto pubblico…

Leggi tutto

Dolomiti, un coro unanime: ridurre il traffico!

Una ben precisa riduzione del traffico automobilistico privato sui passi dolomitici è stata chiesta dalle associazioni ambientaliste e alpinistiche il 12 agosto 2016 nel corso di una conferenza stampa a Passo Sella. Le associazioni in modo univoco e con forza hanno chiarito e proposto una serie articolata di interventi…

Leggi tutto

Passi dolomitici: conferenza a cielo aperto al Passo Sella

Una conferenza stampa congiunta delle associazioni alpinistiche e ambientaliste Alpenverein Südtirol (AVS), Club Alpino Italiano (CAI), Società degli Alpinisti Tridentini (SAT), Lia da Mont, Mountain Wilderness, CIPRA Italia, Dachverband für Natur- und Umweltschutz e Lia per Natura y Usanzes sul tema “Traffico e passi dolomitici: la situazione ormai non è più sopportabile” è in programma venerdì 12 agosto alle ore 10.30 a “cielo aperto” al Rifugio Sella/Passo Sella…

Leggi tutto

Auto sui passi, pro o contro? Al Rifugio Boè si vota

Niente auto né moto sui passi dolomitici? E’ l’argomento di conversazione più drammatico e dibattuto. Basti ricordare che questa Disneyland alpina viene attraversata ogni anno da quasi due milioni di veicoli. La questione della limitazione al traffico sui passi dolomitici è di enorme importanza, reale e simbolica. Si annuncia in questi giorni una conferenza stampa con rappresentanti delle associazioni ambientaliste, ma è doveroso segnalare anche un’iniziativa in quota, ai piedi del Piz Boè…

Leggi tutto

Dolomiti in crisi. Limitare l’assedio motorizzato o verranno squalificate!

“I nodi verranno al pettine”, annuncia su “Internazionale” Gerhard Mumelter, giornalista, nel tracciare il quadro poco confortante dell’assedio delle auto e delle moto sui passi delle Dolomiti. “Perché l’Unesco obbliga chi gestisce il territorio a realizzare progetti di mobilità sostenibile e attuare misure per la protezione dell’ambiente. In autunno degli ispettori dovrebbero verificare le cose fatte. Sarà un momento decisivo per le cinque province dolomitiche (Belluno, Bolzano, Trento, Udine e Pordenone), visto che l’Unesco può anche non riconoscere più un sito come patrimonio dell’umanità…”

Leggi tutto

Dolomiti assediate, è guerra sulle chiusure dei passi

Se ne discute da un decennio, ma anche quest’anno moto e auto hanno libero transito sui passi dolomitici. Nonostante le raccomandazioni della Fondazione Dolomiti Unesco, nonostante il lavoro svolto da Mountain Wilderness, le amministrazioni delle provincie di Trento e Belluno e i comuni interessati non trovano un’intesa nemmeno per la soluzione “soft” di una chiusura giornaliera limitata a poche ore…

Leggi tutto