Vie storiche. Tra i Monti Pisani, sulle tracce del Sommo Poeta

Nel libro sesto delle “Rime”, Dante Alighieri di cui si celebrano i 700 anni dalla morte, descrive un paesaggio che, probabilmente, ebbe modo di visitare e colpì fortemente la sua immaginazione. Con gli amici del sito “Vie Storiche” riscopriamo questo territorio, e anche quello tra i Monti Pisani dove si trova il Passo di Dante oggi frequentato dagli escursionisti. Per onorare il Sommo Poeta, in prossimità, è posta una lapide che riporta alcuni versi del XXIII canto dell’Inferno sormontata dal busto del poeta fiorentino. A poca distanza un altro sito rimanda a un luogo che Dante ben conosceva: il castello di Caprona.

Leggi tutto

Vie storiche. Un passato da riscoprire a passo d’uomo

Nel collaudato sito viestoriche.net vengono proposte escursioni e passeggiate lungo storici itinerari che richiedono poco impegno fisico e poco tempo, ma talvolta anche esperienze forti per chi desidera incamminarsi lungo le mulattiere alpine fino ai passi innevati.

Leggi tutto

Sant’Orso benedice l’ingegno montagnard

Da oltre mille anni si rinnova la tradizione della Fiera di Sant’Orso ad Aosta dove vengono esposti, all’interno della Collegiata, i preziosi reliquiari e si susseguono a perdita d’occhio le colorate bancarelle.

Leggi tutto

La ferrata che risplende. E se fosse un’opera d’arte?

L’illuminazione a giorno della ferrata di Varallo può suscitare ammirazione per l’indubbio effetto scenografico richiamandosi alla poetica dei pittori futuristi ai tempi delle prime centrali elettriche e delle sbuffanti ferrovie alpine…

Leggi tutto

Folclore e sbuffi di vapore, rivive la linea Novara-Varallo

Un piccolo miracolo si ripete una decina di domeniche all’anno con partenza da Milano e da Torino via Novara su una tratta ferroviaria (la Novara – Varallo) dismessa nel 2014…

Leggi tutto

Milano e il web. Ecco i siti più frequentati

Milano non è soltanto capitale dell’editoria, lo è anche del web, grazie ai siti che tramite la rete diffondono cultura con una matrice meneghina facilmente riconoscibile. Questo per affermare con un certo orgoglio che mountcity.it, nato per raccontare la montagna “tra zero e ottomila”, è in buona, anzi, ottima compagnia…

Leggi tutto

Il Resegone e i monti che incantarono Leonardo

Ardita ipotesi? Speranzosa certezza? Per saperne di più sulla vera stanza dell’Ultima cena identificata, a quanto sembrerebbe, in un piccolo centro della Brianza, studiosi e appassionati di Leonardo si sono dati appuntamento a Civate. Ad accoglierli il 1° aprile 2017 nel monastero di San Calocero, il sindaco Baldassare Mauri…

Leggi tutto

Alla ricerca del “vero” Cenacolo

Dove potrebbe essere ambientato il Cenacolo leonardesco? Sul dipinto, visitato ogni anno a Milano da quasi mezzo milione di turisti, è stato scritto più che per qualsiasi opera d’arte e più volte ci si è interrogati su questo aspetto. Un’insolita prospettiva è quella che offre sabato 1° aprile 2017 a Civate (Lecco) un convegno di studiosi e ricercatori…

Leggi tutto

Tra monti sorgenti dalle acque, alla ricerca del vero Cenacolo

Sull’Ultima cena è stato scritto più che per qualsiasi opera d’arte. Eppure il dipinto, miracolosamente sopravvissuto ai bombardamenti del ’43, restituito alla nostra ammirazione attraverso laboriosi restauri, ha ancora molto da raccontare. Un’inedita prospettiva è quella che offre un convegno di studiosi e ricercatori sabato 1° aprile 2017 a Civate (Lecco) intorno a un’ipotesi…

Leggi tutto

Dolomiti, non solo montagne

Un nucleo di oltre 30.000 persone con un’identità ben precisa caratterizzata da un’antica lingua neolatina ed uno spettacolare scenario disegnato da una catena di montagne nell’arco delle Alpi centrali. Sono i ladini dolomitici che abitano nelle cinque valli – Val Badia, Gardena, di Fiemme, Livinalongo ed Ampezzo – dove ancora la lingua ladina è parlata ed insegnata ai più giovani…

Leggi tutto

Vie storiche. Trasquera e la strada romana del Sempione

Percorriamo in Val Divedro l’antica mulattiera che da Varzo sale a Trasquera superando più di cinquecento metri di dislivello di parete quasi verticale. Forse in seguito ad una recente manutenzione, la piccola strada larga quasi un metro e mezzo ci mostra i suoi alti muri di sostegno e la serpentina dei suoi tornanti puliti dalla vegetazione…

Leggi tutto

Alla ricerca della “vera” stanza del Cenacolo

Il lago di Annone, il più orientale e più vasto dei laghi briantei nelle cui acque si specchiano i Corni di Canzo e il Moregallo, incantò Leonardo da Vinci offrendogli spunti preziosi. E oggi, grazie a un’indagine del sito www.viestoriche.net, si è a un passo da una straordinaria scoperta…

Leggi tutto

Torna agli antichi splendori in Brianza il lago che incantò Leonardo

L’annuncio del risanamento del lago di Annone, il più orientale e più vasto dei laghi briantei nelle cui acque si specchiano i Corni di Canzo e il Moregallo, induce a riscoprire questo angolo di Lombardia che già incantò Leonardo da Vinci offrendogli spunti preziosi…

Leggi tutto

Festa della donna. Elizabeth che attraversò le Alpi in bici

Al sito “Vie Soriche” dobbiamo l’omaggio che pubblichiamo l’8 marzo 2016, festa della donna, a Elizabeth Robins Pennell, l’americana che

Leggi tutto

Lady Cole, il Monte Rosa e i consigli alle climbing girls

Eliza Robinson Cole raccontò in più di 400 pagine le sue esperienze di donna alpinista nel libro “A lady’s tour round the Monte Rosa” edito a Londra nel 1859.

Leggi tutto

Vie storiche. Dalla Val d’Aosta al Vallese in tre passi

Nel libro “Le chateau de Chatillon” il canonico Gabriel Frutaz, nato a Torgnon nel 1859, racconta storie di uomini che portavano in Svizzera il prezioso muscat prodotto nel triangolo assolato della Valle compreso fra Nus, Chatillon e la Becca d’Aver…

Leggi tutto

Il “Labirinto della memoria” nel cuore della Valle d’Aosta

Da qui passava l’antica mulattiera a mezza costa che collegava la Valle d’Aosta ed il castello di Saint Denis con la Svizzera evitando il più difficile itinerario per le gole di Chatillon…

Leggi tutto

Sulle vie del Giubileo. L’osteria maledetta dei pellegrini

Il passo dell’Osteria Bruciata ed il suo “rifugio” di cui restano ancora le rovine ha una storia piuttosto particolare perché “cancellato” dai fiorentini verso la metà del 1300 assieme alle proprietà in loco della potente famiglia degli Ubaldini che ricavavano grandi profitti dall’esazione dei pedaggi.

Leggi tutto

I segreti del Sacro Monte di Varese

Gli scavi archeologici eseguiti nella cripta romanica e nel corridoio sotto l’altare del santuario di Santa Maria del Monte hanno rivelato resti murari e pavimentali di una precedente chiesetta del quinto secolo, appena più tarda rispetto all’epoca in cui l’arcivescovo di Milano, secondo la leggenda, fece costruire un altare in questo luogo per celebrare la vittoria sugli Ariani.

Leggi tutto

Studiare la montagna in montagna. Il ruolo di Unimont

L’Università della montagna, attiva a Edolo da quindici anni, costituisce oggi l’unico centro d’eccellenza in Italia completamente dedicato a un’attività formativa universitaria volta a creare professionisti che operino in montagna specializzati nella difesa, gestione e valorizzazione dei territori montani…

Leggi tutto

Dal Monte Bianco ai Sassi di Matera. In piazza Gae Aulenti un viaggio a 360 gradi tra le bellezze dell’Italia

A Milano in Piazza Gae Aulenti, poco lontano dalla Torre Unicredit, è possibile partecipare a una video-esperienza particolare, una vera

Leggi tutto

Sgarbi e il Sacro Monte di Varese al Festival del Racconto

Nell’ambito del Festival del Racconto dedicato a Piero Chiara, i Sacri Monti alpini e prealpini sono stati al centro martedì 6 ottobre 2015 di una serata organizzata al cinema Castellani di Azzate (VA) con il contributo degli Amici del Sacro Monte di Varese…

Leggi tutto

Nel museo di Ogliari una montagna che non c’è più

Milanese, Francesco Ogliari (1931-3009) a cui è dedicato il Museo dei Trasporti a Volandia è stato avvocato di Cassazione, dottore di filosofia e diritto canonico, professore di storia dei trasporti…

Leggi tutto

Vie storiche. Isola e la Locanda del Cardinello

Rinasce in Lombardia l’interesse per l’antico sentiero del Cardinello. Ogni anno transitano quasi 10.000 persone provenienti soprattutto da nord. Svizzeri, tedeschi, svedesi compiono il percorso a piedi partendo da Thusis per arrivare a Chiavenna…

Leggi tutto

Vie storiche. Verso Punta Mesco, ingannati dalla segnaletica

Abbiamo lasciato Punta Mesco da una decina di minuti. Guardo a terra per non inciampare nei grossi sassi. All’improvviso scorgo due piedini delicati, nudi, di una giovane in due pezzi…

Leggi tutto